McKinsey: come sviluppare la visione della customer experience

AICEX: In questo articolo si evidenziano due temi chiave per avere successo nelle iniziative di customer experience, individuare e gestire ciò che i clienti vogliono davvero (anche se talvolta non lo sanno con precisione), e coinvolgere i dipendenti, soprattutto quelli che con i clienti interagiscono direttamente. Nulla di nuovo sotto al sole, ma allora perché è così difficile avere davvero successo?

A successful customer experience strategy starts with an aspiration centered on what matters to customers and empowering frontline workers to deliver.

Almost every successful company recognizes that it is in the customer-experience business. Organizations committed to this principle are as diverse as the online retail giant Amazon; The Walt Disney Company, from its earliest days operating in a small California studio; and the US Air Force, which uses an exotic B2B-like interface to provide close air support for ground troops under fire. Conversely, companies that are not attuned to a customer-driven marketplace are remarkably easy to spot. Consider the traditional US taxi industry, which is facing significant new competition from the likes of Lyft and Uber. Customer-service standouts clearly understand that this is central to their success as businesses.

Continua a leggere “McKinsey: come sviluppare la visione della customer experience”

Perché anche nella Customer Experience il tempo è danaro

Se l’ordine fatto con Amazon Prime non arriva il giorno stesso, o il giorno dopo, cominciamo a preoccuparci. Se in chat non ci rispondono quasi all’istante diventiamo nervosi. Il rosso al semaforo ci sembra durare un’eternità.

Il tempo è l’unica risorsa assegnata in quantità fissa e democratica, 24 ore per tutti.

Nella customer experience la gestione del tempo abbinata alla risoluzione di un problema ha un effetto fantastico sia sui clienti che sui conti delle aziende.

Questo post evidenzia come soprattutto nei “touch points” nei quali il cliente ha un coinvolgimento emotivo i processi snelli e semplici sono valorizzati al massimo. Pensiamo alla fase di acquisto, alle modalità di contatto per segnalazioni e reclami, alle prassi per fruire di un servizio di assistenza.

Articolo Integrale: https://www.cmswire.com/customer-experience/with-customer-experience-time-is-worth-money/?utm_content=75705438&utm_medium=social&utm_source=linkedin

Author:

Tre leggende sulla Customer Experience

1) Focalizzarsi sui numeri è la maniera migliore per garantire la customer experience. Sbagliato, l’esperienza delle persone è costituita da percezioni ed emozioni, difficili da tradurre in numeri.

2) Se definisci il cliente perfetto puoi progettare la customer experience perfetta. Sbagliato, il cliente perfetto e il cliente medio non esistono. Personas, cluster e segmenti aiutano, ma dobbiamo essere consapevoli dei loro limiti.

3) Se predisponi un elenco di step da compiere otterrai la customer experience che vuoi. Sbagliato, non abbiamo a che fare con una serie di compiti da “smarcare” ma tutta l’organizzazione e a tutti i livelli deve essere coinvolta nelle iniziative, e tutti devono crederci.

Articolo Integrale: https://storyminers.com/three-myths-about-customer-experience-exposed/

Author: Mike Wittenstein