HBR: Talvolta è meglio non credere a quello che leggiamo di noi sui social

MICHAEL HEIM/GETTY IMAGES

AICEX: Talvolta le aziende farebbero bene a non credere a tutto quello che si dice di loro online.

Questo articolo riporta una ricerca, ed alcuni casi concreti, nei quali vi è discrepanza tra quanto emerge dalla social-sentiment analysis e la reale opinione, e conseguente comportamento, dei clienti.

Ciò è dovuto a svariati motivi, ne riportiamo alcuni:

  • gli algoritmi di classificazione abbiano difficoltà ad interpretare delle espressioni ironiche, sarcastiche, giocose.
  • il comportamento sui social è talvolta abbastanza “disinvolto” e non rispecchia poi il vero pensiero e comportamento reale, ad esempio nei negozi del brand.
  • talvolta si tratta di feedback “a caldo”, soprattutto in concomitanza di eventi specifici.

Articolo di riferimento: https://hbr.org/2018/10/brands-shouldnt-believe-everything-they-read-about-themselves-online

Perché anche nella Customer Experience il tempo è danaro

Se l’ordine fatto con Amazon Prime non arriva il giorno stesso, o il giorno dopo, cominciamo a preoccuparci. Se in chat non ci rispondono quasi all’istante diventiamo nervosi. Il rosso al semaforo ci sembra durare un’eternità.

Il tempo è l’unica risorsa assegnata in quantità fissa e democratica, 24 ore per tutti.

Nella customer experience la gestione del tempo abbinata alla risoluzione di un problema ha un effetto fantastico sia sui clienti che sui conti delle aziende.

Questo post evidenzia come soprattutto nei “touch points” nei quali il cliente ha un coinvolgimento emotivo i processi snelli e semplici sono valorizzati al massimo. Pensiamo alla fase di acquisto, alle modalità di contatto per segnalazioni e reclami, alle prassi per fruire di un servizio di assistenza.

Articolo Integrale: https://www.cmswire.com/customer-experience/with-customer-experience-time-is-worth-money/?utm_content=75705438&utm_medium=social&utm_source=linkedin

Author:

Una cosa che non ti diranno mai sulla Customer Experience

Photo: Silence by Creatorid'immagine from the Noun Project

AICEX: “Content is King” diceva Bill Gates 22 anni fa, nel 1996. Da allora nel Mondo è cambiato tanto, ma molto meno è cambiato nelle nostre teste. E i contenuti sono “cibo per il cervello”, cambiano aspetto, cambiano sapore, cambiano i luoghi nei quali li consumiamo, ma il loro scopo è sempre quello di fornire energia e nutrimento.

If you have talked to your digital marketing agency recently, read the latest from Google, or perused your favorite marketing blog, you have likely come across arguments in favor of better customer experience. If you have watched a webinar about digital transformation or trends in online commerce, chances are there was mention of the importance of customer experience to remain relevant and build loyalty among your customers.

What these fantastic resources and experts may have told you is that you need to create a personalized and compelling experience for each and every buyer or shopper. Sounds great, right?

The Dirty Little Secret
What they likely didn’t reveal is the dirty little secret about Customer Experience.

Continue reading “Una cosa che non ti diranno mai sulla Customer Experience”