HBR: Fruitori e non acquirenti

cropped-ax_18580601_1906283929586322_6821706632230076416_n-1.jpg

AICEX: I Brand di successo non si limitano a farsi ricordare, ci semplificano la vita.

In quest’ottica distinguiamo “purchase brands” e “usage brands”. I primi si concentrano sulle fasi precedenti l’acquisto mentre i secondi si concentrano su quanto succede dopo.

Entrano quindi in gioco dinamiche di “fruibilità” e di fidelizzazione, interessanti per il design e i subscription models.

Questo implica un cambio di paradigma nelle aziende, storicamente abituate a configurarsi come “fornitori” di beni e servizi e considerando il customer service come un centro di costo per gestire le situazioni anomale.

Il customer service diventa quindi un centro di profitto, a servizio dell’utilizzo che i clienti fanno del prodotto o servizio, facendo in modo che lo scoprano , lo usino, lo apprezzino.

E scatenando quindi le logiche di passaparola e fidelizzazione al brand.

Pertanto anche la proposizione deve passare dal “comprami e non te ne pentirai” al “guarda che belle cose posso fare per te”.

Articolo di riferimento: https://www.strategy-business.com/article/The-Rise-of-the-Last-Mile-Exchange?gko=7cf43https://hbr.org/2018/02/the-most-successful-brands-focus-on-users-not-buyers

 

Forbes: Cosa caratterizza la Customer Experience nelle Assicurazioni

Photo: Shutterstock

Nelle assicurazioni l’interazione a più alto valore, ed impatto emotivo, per il cliente avviene spesso in un momento di crisi, al verificarsi dell’evento assicurato. Identificare anche per altri business i momenti a maggior valore per i clienti può essere meno immediato, ma è una attività da svolgere assolutamente.

Le soluzioni assicurative sono soggette a rapida “commoditization”, bisogna quindi offrire servizi ed esperienze distintive collaterali alla soluzione assicurativa pura. Per garantirsi rapidità spesso è utile acquisire società che abbiano già sviluppato questi servizi.

In assenza di sinistri il cliente in genere non ha motivo di interagire con la compagnia assicurativa, rendendo più complesso instaurare una relazione continuativa. I servizi collaterali hanno un ruolo importante anche nel favorire questa interazione.

Articolo completo:
https://www.forbes.com/sites/forbesbusinessdevelopmentcouncil/2018/06/21/the-top-three-lessons-you-can-learn-from-insurers-to-better-serve-your-customers/#5a95e9b77aaa

Marketing Strategy in un Mondo Customer Centric

Il Digital Marketing Institute espone un interessante Framework basato su 4 pilastri:

1) Contenuti, come disse Bill Gates 22 anni fa “Content is King”

2) Influencer, e qui il tema si fa interessante soprattutto per certi mercati

3) Advocacy, che se ben fatto aiuta ad amplificare i risultati

4) Community, e ci torna in mente anche il tema della co-creazione

Il link all’articolo completo è riportato di seguito.

Articolo originale: https://digitalmarketinginstitute.com/en-us/blog/2016-02-23-how-to-succeed-with-a-customer-centric-marketing-strategy